Risorse e supporti per il miglioramento continuo delle prestazioni sanitarie
A+   a-   A

SBBL - Una biblioteca per l'Ospedale di Man

15/05/2009

Il progetto "Una biblioteca per l'Ospedale di Man"  nasce da un sinergismo tra le Associazioni Sguazzi Onlus di Bergamo e ACIM di Man e il Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo (SBBL) di Regione Lombardia per dotare l'Ospedale di Man (Costa d'Avorio)  di una biblioteca moderna e funzionale e che consenta anche di attivare progetti di  e-learning e telemedicina. Attraverso questa azione ci si propone di migliorare la qualità delle cure offerte alla popolazione e di far diventare Man un polo culturale di riferimento.
Man si trova in una delle regioni ivoriane (Regione delle 18 Montagne) più disastrate dalla recente guerra civile in termini di isolamento culturale, fuga di personale specializzato, frammentazione di infrastrutture.
Per ricucire l'isolamento culturale-tecnologico, che può divenire irreversibile e esplosivo, serve un'azione coniugata di quattro attori, come indicato dal summit mondiale della società dell'informazione: governi, settore privato, istituzioni internazionali, società civile.
Le Associazioni Sguazzi Onlus di Bergamo e ACIM di Man hanno messo in moto  quattro anni fa un processo di partnership e divulgazione per l'attuazione e la promozione del progetto.
Numerosi partners sono stati coinvolti: tra questi, Act Now Alliance e l'Agenzia Spaziale Europea (ESA), la Regione Lombardia  attraverso SBBL, l'Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" di Milano, la cattedra UNESCO dell'Università degli studi di Bergamo e gli Ospedali Riuniti.
Il primo obiettivo, realizzare un collegamento via satellite tra Ospedale di Man e SBBL, è stato da poco ultimato e il 15 maggio si è tenuta la prima sessione di formazione a distanza in audio-videoconferenza utilizzando le strutture e le competenze dell'Istituto di Ricerche Farmacologiche "Mario Negri" di Milano.
Hanno partecipato all'evento da parte italiana, Idalia Gualdana, coordinatrice del Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo, Vanna Pistotti, responsabile della biblioteca dell'Istituto Negri,Eugenio Santoro, responsabile del laboratorio di Informatica Medica dell'Istituto Negri,
e da parte dell'Ospedale di Man 50 operatori sanitari ivoriani.
La sessione ha avuto molto successo e si è stabilito di ripetere periodicamente queste conferenze su argomenti di interesse per i medici ivoriani coinvolgendo anche docenti e clinici italiani.
Tutte le informazioni sul progetto si trovano all'indirizzo www.bibliotechman.org



Allegato
Comunicato stampa Download

Questo sito utilizza un cookie tecnico per consentire la corretta navigazione. Confermando accetti il suo utilizzo. Se vuoi saperne di più e leggere come disabilitarne l'uso, consulta l'informativa estesa.

OK